Canoa & Kayak

la comunità virtuale dei canoisti italiani

Forum

Rilascio acqua Centrale Enel-Lama dei Peligni - Ponte di Ciclone sulla S.S. 84
Aventino.
IIII+IIIIII+IV

Aventino

Fiume con difficoltà dal II al IV grado, con acque cristalline e portata variabile a seconda della stagione. 11km interamente navigabili con diversi punti di imbarco e sbarco. Accessibilità al fiume: massima. Paesaggi meravigliosi e natura incontaminata fanno da cornice ad un percorso divertente e mai pericoloso.
Descrizione

Il fiume Aventino che si trova a Lama dei Peligni (Chieti), attraversa l'omonima valle ai margini del territorio del Parco Nazionale della Majella; è un fiume a carattere torrentizio con portata variabile in base alla stagione (periodi consigliati per discenderlo: da aprile a giugno). Il tratto navigabile parte dal punto di rilascio dell'acqua della centrale ENEL e si conclude al "Ponte di Ciclone" sulla S.S. 84 per un totale di circa 11 km interamente navigabili senza impraticabili da trasbordare. Il percorso è idealmente diviso in 2 parti, quella alta e quella bassa. La parte alta ha alveo più stretto, corrente più intensa e pendenza maggiore, il percorso è adatto ai più esperti con passaggi di III+ e IV (prestare attenzione alla rapida "dei Maraoni" -poco prima del "Ponte di Ferro"- che presenta qualche complessità (fermarsi sulla sponda destra in prossimità della curva a sinistra, riconoscibile per il costone di roccia a picco franato sulla destra ed effettuare un sopralluogo)...

Continua
Case Sparse Abbadia di Naro - Abbadia di Naro
Candigliano.
IVIV+V

Candigliano

4 km di fiume ingolato di 4°, 4° (5°)
Descrizione

Dopo la rapida della Scalinata, iniziano le gole, annunziate da una rapida di II-III°, che termina in strettoia ed un lagone. Fermarsi in morta a sinistra, salire sulla roccia ed ispezionare il primo imbuto che in base al livello d'acqua è IV/V: sicura consigliata con un buon livello (https://www.youtube.com/watch?v=nWviEVqKrFY). Si prosegue a vista fino ad arrivare al tratto centrale con 3 passaggi di IV, che si susseguono in circa 300 metri; se ben impostati non danno problemi, sennò pronti con eskimo ed eventuale sicura. Il primo (star tack https://www.youtube.com/watch?v=FP6bN-HbBVs) da impostare e fare tutto sulla destra a fianco della parete. Il secondo è un lungo tobogone ad S un po' mosso che vi sputerà via senza problemi; in ingresso la corrente principale entra in un imbutino maligno sulla destra che potete evitare entrando da sinistra e saltando sulla sua coda...

Continua
La tecnica del kayak
di Francesco Salvato

Video

Mercatino