Canoa & Kayak

la comunità virtuale dei canoisti italiani

fiume Bardello:Bardello (VA) - Besozzo (VA)


regione Lombardia (VA)

La parte piu’ selvaggia e bella (per questo consigliata) dell’intero percorso del Bardello. Inaspettatamente ricca nella fauna (germani e aironi cinerini), caratterizzata da un’intensa vegetazione (grandi tronchi possono ostruire il passaggio) e priva di urbanizzazione. Adatta anche ai meno esperti, con sponde sempre sbarcabili ma attenzione allo sbarco al termine del tratto prima che il fiume passi sotto una galleria impraticabile. Il tratto purtroppo fattibile solo in condizioni di abbondanti piogge presenti per un lungo periodo.

  • aggiornato al
    2013-06-02
  • grado
    III
  • distanza
    4 Km
  • tempo previsto
    1.5 Ore
  • pendenza
     
  • stelle WildWater
    1_stellaww.gif
  • portata
     A
  • stelle paesaggio
    2_stella.gif
  • temperatura acqua
    tiepida
  • qualita' acqua
    mediocre
  • periodo migliore
    primavera-autunnno dopo abbondanti piogge
  • livello
     
  • fiumi vicini
     
  • imbarcazioni
    Kayak | Canoa |

imbarco
Dove il fiume Bardello si stacca dal lago di Varese. Facilmente raggiungibile in auto (via Leopardi, Bardello (VA)) si puo’ posteggiare e scaricare la canoa proprio a pochi metri dall’acqua. Poiche’ 100m piu’ a valle c’e’ una chiusa non attraversabile per regolare le acque del fiume occorre seguire la ciclabile per 100m e mettere la canoa in acqua sulla sinistra immediatamente dopo la chiusa usando un comodo muretto (FOTO1).
GPS:  Lat.45° 50' 6.88" N  Long.8° 42' 7.74" E 
sbarco
A 4 km dall’inizio del fiume circa 50m dopo che un canale sulla sinistra sfocia nel bardello, il fiume passa sotto la ditta ‘Levigatrici Cassani’ alimentando le turbine. Assolutamente da sbarcare sulla sinistra prima dello sbocco del canale; a 50m dalla riva va attraversato un canale (quello che subito dopo sfocia nel fiume) per poi raggiungere una mulattiera che presa in direzione della corrente del fiume porta ad un centro abitato (Frazione di Besozzo. (via Gorini).
GPS:  Lat.45° 51' 11.23" N  Long.8° 40' 56.22" E 
mappa
 
assistenza da riva
sponde quasi sempre sbarcabili anche se con talvolta con qualche graffio visti i rovi o i rami

idrometro
 

descrizione

(FOTO 1: l' imbarco)

- Parecchi sono i tronchi e rami che ostacolano il percorso , e in un punto siamo stati obbligati a trasbordare (50m) proprio per un tronco.



(FOTO 3-4: tronchi)

- A 2 km (vedi mappa) dall’inizio del fiume vi e’ un largo scivolo


(FOTO 5: scivolo)

che abbiamo superato senza problemi, ma va ispezionato prima. Sbarco sulla destra per l’ispezione.
-Noi non abbiamo mai avuto problemi pe quanto riguarda il livello delle acque, ma questo determinato dalle intensissime piogge che hanno caratterizzato il mese precedente (decisamente straordinarie). In condizioni ordinarie (anche in primavera) il livello del fiume in questo tratto potrebbe diventare un importante ostacolo.
 
Hanno contribuito a questo report:
albytravel 
 

Stampa printable

ricerca fiumi

fiumi per regione

TI RICORDIAMO CHE:
1- I fiumi vanno discesi con attrezzature e abbigliamento adatto al tipo di percorso affrontato.
2- Per discendere i fiumi bisogna frequentare dei corsi di canoa tenuti da personale qualificato.
3- I principianti durante le discese devono essere affiancati e consigliati da guide esperte.
4- Una discesa non si effettua mai in solitaria, il numero minimo dei partecipanti può variare a seconda della preparazione dei canoisti e delle difficoltà che si possono incontrare.