Canoa & Kayak

la comunità virtuale dei canoisti italiani

fiume Tammaro:Sepino - Sassinoro


regione Molise (IS)

Primo tratto tranquillo e poco interessante, dopo il ponte stradale cambio di pendenza e di paesaggio, grandi massi muschiati e ambiente suggestivo, difficoltà continue intorno al III/IV a seconda della portata

  • aggiornato al
    2012-03-13
  • grado
    IIIIII+IV
  • distanza
    5 Km
  • tempo previsto
    2 Ore
  • pendenza
     
  • stelle WildWater
    3_stellaww.gif
  • portata
    7 mc/sec
  • stelle paesaggio
    3_stella.gif
  • temperatura acqua
    fredda
  • qualita' acqua
    buona
  • periodo migliore
    primavera, dopo piogge
  • livello
     
  • fiumi vicini
    Biferno, Calore irpino, Vandra, Volturno
  • imbarcazioni
    Kayak |

imbarco
Ponte di Sepino, dalla SS 87 al bivio di Sepino girare in direzione del fiume
sbarco
Ponte di Sassinoro, dalla SS 87 girare per Sassinoro e prima del paese verso il cimitero e campo sportivo da cui una stradina porta al fiume
assistenza da riva
quasi sempre possibile
attenzione
Artificiale poco prima dello sbarco


descrizione
Il Tammaro nasce in Molise dalla sella del Vinchiaturo e confluisce nel Calore irpino nei pressi di Benevento.

Il regime è torrentizio e l'alveo è piuttosto stretto.

I primi tre km scorrono tranquilli (ww II) le sponde sono basse e l'unico problema è la fitta vegetazione essendo il tratto poco frequentato.

Dopo il ponte stradale cambia la pendenza ed il paesaggio.
Compaiono grandi massi muschiati che movimentano il secondo tratto (ww III/IV) abbastanza continuo, necessaria la ricognizione soprattutto per la vegetazione e gli eventuali tronchi.
Il paesaggio diviene molto suggestivo, a tratti selvaggio, quasi preistorico.

A cinquecento metri dallo sbarco artificiale di 1,5 m superabile tranquillamente.

Attenzione, appena dopo lo sbarco rapida molto impegnativa e sporca (ww IV/V)
 
Hanno contribuito a questo report:
FFF 
 

Stampa printable

ricerca fiumi

fiumi per regione

TI RICORDIAMO CHE:
1- I fiumi vanno discesi con attrezzature e abbigliamento adatto al tipo di percorso affrontato.
2- Per discendere i fiumi bisogna frequentare dei corsi di canoa tenuti da personale qualificato.
3- I principianti durante le discese devono essere affiancati e consigliati da guide esperte.
4- Una discesa non si effettua mai in solitaria, il numero minimo dei partecipanti può variare a seconda della preparazione dei canoisti e delle difficoltà che si possono incontrare.