Canoa & Kayak

la comunità virtuale dei canoisti italiani

fiume Leo:vecchio mulino ad acqua - confluenza con il torrente Scoltenna


regione Emilia Romagna (MO)

Torrente che nasce dall'unione del T. Ospitale e T. Fellicarolo, nella sua prima parte una serie di sbarramenti artificiali disincentivano l'imbarco, al mulino, dove ancora oggi si macinano castagne, inizia un tratto divertente mai troppo impegnativo, ideale anche per principianti.

  • aggiornato al
    2006-03-10
  • grado
    II+III+
  • distanza
    6 Km
  • tempo previsto
    1,5 Ore
  • pendenza
     
  • stelle WildWater
    2_stellaww.gif
  • portata
    15 mc/sec
  • stelle paesaggio
    3_stella.gif
  • temperatura acqua
    fredda
  • qualita' acqua
    buona
  • periodo migliore
    Dopo abbondanti piogge
  • livello
     
  • fiumi vicini
    Ospitale; Fellicarolo; Scoltenna; Dardagna
  • imbarcazioni
    Kayak | Canoe chiuse |

imbarco
Oltreppassata la confluenza con il T. Scoltenna in direzione Fanano di circa 6-7 Km sulla sx una stradina porta al mulino. Verificare il livello e trasbordare due sbarramenti artificiali in prossimità dell'imbarco.
sbarco
Alla confluenza con il T. Scoltenna, nel caso il livello sia alto la discesa può essere continuata per altri km.
assistenza da riva
Possibile ovunque
attenzione
Due sbarramenti artificiali in prossimità dell'imbarco, obbligatorio visionarli preventivamente.

idrometro
In attesa di ripristinare i dati forniti dall'autorità di bacino

descrizione
Trasbordati i due sbarramenti in prossimità dell'imbarco, sponda sx, inizia una bella rapida tecnica di circa 500 mt, nel caso di acqua alta si può visionarla dalla stessa sponda. Segue un percorso mai troppo impegnativo, con pendenza costante adatto anche ai non troppo esperti.
Questo tratto è considerato l'alternativa nel caso in cui i torrenti vicini (Ospitale, Dardagna, Fellicarolo, Perticara, Scoltenna gole) fossero in piena.
 
Hanno contribuito a questo report:
Gustavo L'Onda 
 

Stampa printable

ricerca fiumi

fiumi per regione

TI RICORDIAMO CHE:
1- I fiumi vanno discesi con attrezzature e abbigliamento adatto al tipo di percorso affrontato.
2- Per discendere i fiumi bisogna frequentare dei corsi di canoa tenuti da personale qualificato.
3- I principianti durante le discese devono essere affiancati e consigliati da guide esperte.
4- Una discesa non si effettua mai in solitaria, il numero minimo dei partecipanti può variare a seconda della preparazione dei canoisti e delle difficoltà che si possono incontrare.