Canoa & Kayak

la comunità virtuale dei canoisti italiani

fiume Toce:Crodo - Pontemaglio


regione Piemonte (VB)

Torrente alpino con corrente veloce, passaggi impegnativi fra grossi massi, le difficoltà in questo tratto intermedio diminuiscono rispetto al tratto superiore.

  • aggiornato al
    2015-07-28
  • grado
    IIIIV
  • distanza
    4 Km
  • tempo previsto
    2 Ore
  • pendenza
     
  • stelle WildWater
    3_stellaww.gif
  • portata
    20 mc/sec
  • stelle paesaggio
    3_stella.gif
  • temperatura acqua
    fresca
  • qualita' acqua
    ottima
  • periodo migliore
    quando rilascia la diga o dopo forti piogge
  • livello
     
  • fiumi vicini
    Anza; Bogna; Diveria; Ovesca; Isorno; Melezzo
  • imbarcazioni
    Kayak | Canoe chiuse |

imbarco
Crodo: sponda dx, sotto il rapidone di 5° ( forse 5 ) all'altezza dell'area attrezzata di Crodo (Parco delle Terme), che si trova risalendo la valle appena dopo il distributore dell IP sulla Dx.
GPS:  Lat.46° 12' 59.08" N  Long.8° 19' 24.28" E 
sbarco
Ponte Romano di Pontemaglio -Sponda Sx - Attenzione all'ingresso gole - Pericoloso
GPS:  Lat.46° 10' 57.51" N  Long.8° 19' 24.40" E 
mappa
 
assistenza da riva
Tutto il torrente è ispezionabile e non presenta passaggi obbligati.
attenzione
Attenzione ad alcuni artificiali, ed al passaggio di ingresso nella goletta sotto al ponte di Pontemaglio: sbarcare assolutamente prima.

ATTENZIONE: Domenica 16 settembre 07 sono state saccheggiate le auto lasciate all' imbarco di Verampio.

ATTENZIONE: il guado che si incontra verso la fine del percorso (possibile sbarco) è sifonato.

idrometro
A Pontemaglio 100 metri a valle delle sbarco vedete il vecchio ponte gobbo, li trovate l'idrometro (dx)
35 min consigliato, 50 buono, 60 alto...oltre attenzione
locals di riferimento
Francesco di Kayak Ossola: celtic1[at]aliceposta.it
Kayak Ossola: kayakossola[at]tiscalinet.it

descrizione
Bellissimo torrente in suggestiva valle alpina. Peccato che da quando è sfruttato per la produzione di energia elettrica, il tratto è raramente percorrebile causa prelieve idirici.
Il sabato e la domenica, giorni in cui ho disceso il torrente, è meglio attendere le ore 11:00 per avere il
massimo rilascio dalle centrali elettriche.
Durante i giorni feriali i livelli dovrebbero essere più alti.

Anche questo tratto risulta particolarmente bello e
continuo con livelli di difficoltà inferiori al tratto superiore.
La prima parte della discesa ha difficoltà prossime al IV
grado e poi tende a degradare.
Circa 500m dopo l'imbarco c'e' un artificiale (poco prima di un ponte) molto largo alto 0.5m, facilmente trasbordabile a DX o percorribile in canoa con il ivelli di acqua normali.
Verso 2/3 del percorso il torrente entra in un boschetto
e al termine di questa rapida è presente un buco abbastanza netto sulla Dx.
Successivamente si trova una rapida divisa in 2 rami con
un piccolo gruppo di alberi al centro del torrente.
Il passaggio, è abbastanza brusco (IV) e si fa nel ramo di destra tenendosi all'estrema sinistra vicino alle piante.
Dopo circa 500m, possibile sbarco a DX in prossimità di
un guado.

Se si decide di continuare, le difficoltà restano sul III e lo sbarco successivo è quello in prossimità del ponte romano
di Pontemaglio, sotto il quale è presente un passaggio di VI.
Sbarco a SX circa 200m PRIMA del ponte.

Descrizione a cura di Paolo Guglielmetti: paolo_guglielmetti[at]libero.it
 
Hanno contribuito a questo report:
Carletto Cereda stefano Pec 
 

Stampa printable

ricerca fiumi

fiumi per regione

TI RICORDIAMO CHE:
1- I fiumi vanno discesi con attrezzature e abbigliamento adatto al tipo di percorso affrontato.
2- Per discendere i fiumi bisogna frequentare dei corsi di canoa tenuti da personale qualificato.
3- I principianti durante le discese devono essere affiancati e consigliati da guide esperte.
4- Una discesa non si effettua mai in solitaria, il numero minimo dei partecipanti può variare a seconda della preparazione dei canoisti e delle difficoltà che si possono incontrare.